angolo sinistro
Sampieri foto panoramica
contatto

La Storia

Sampieri, frazione marinara del comune di Scicli, presenta una popolazione di circa 700 abitanti che vi risiedono stabilmente e di circa 3000 abitanti che vi risiedono in estate. Distanze dai centri vicini:

  • Km. 12 da Scicli;
  • Km. 22 da Modica;
  • Km. 40 da Ragusa;
  • Km. 12 da Pozzallo.

Diviso in due agglomerati urbani dalla S.P. Donnalucata – Pozzallo, con caratteristiche del tutto diverse, occupa una posizione di controllo nei confronti della costa marina formata da:

  • una bellissima spiaggia di circa Km. 3, che congiunge e fa diventare propria la punta Pisciotto;
  • una zona frastagliata dove si ricorda “u puzzu ‘ra ‘za Vanna”nella contrada “Pizziddu”;
  • una spiaggetta di circa m. 700 chiusa dalla costa di “Costa ‘ri Carro” o Contrada Corvo.

Sampieri centro marinaroLa nascita della borgata di Sampieri, zona vicino al mare con case – magazzini – strade in pietra dura del luogo, è menzionata nei testi antichi (VI secolo a.c.) come “Apolline” nome derivante dal tempio di Apollo che doveva sorgere su punta “Pizziddu”; mentre i Geografi Arabi la menzionavano con il nome di “Marsa Siklah” (Porto di Scicli) in cui attraccavano tutti i legni (barche) d’Africa e d’Oriente fino al XIII secolo e prima dell’insabbiamento.

Alcuni testi ricordano Sampieri come porto in cui sbarcò San Paolo proveniente da Malta.
L’economia del luogo derivava dall’attività marinara per pesca e commercio, vedi i magazzini ancora esistenti ma trasformati in case, e dalla produzione di scope con cordicelle e cime di palma nana.

sampieri centro storicoNegli anni 1950/1960 i residenti hanno preferito spostare la propria attività lavorativa nelle campagne, con l’introduzione della coltivazione protetta in serre, abbandonando l’attività marinara e favorendo lo sviluppo urbanistico a nord verso le campagne.
Priva di qualsiasi struttura ricettiva, ad esclusione di un piccolo albergo ed al villaggio turistico nati negli ultimi anni, la borgata in estate, grazie all'unica Agenzia Turistica Immobiliare insistente nella Borgata,è abitata da oltre 3000 villegianti, oltre i pendolari, contro le circa 700 persone residenti stabili.
Oltre al mare, alla spiaggia ed al centro storico, di notevole interesse architettonico, gli elementi che la caratterizzano e la rendono riconoscibile nel territorio sono Villa Penna in C.da Trippatore; il pantano naturale di fossa Samuele; lo stabilimento bruciato dominante punta Pisciotto.

Punta PisciottoMaestosamente costruita nel 1909 sopra la punta Pisciotto (Marsa Siklah – Porto degli Arabi), la Fornace Penna, in cui si fabbricavano laterizi esportati nei paesi mediterranei, nel 1924 fù distrutta da un incendio, forse doloso, ed abbandonata.

In seguito, al crollo di alcune parti, al continuo furto della pietra caratteristica con cui è stata realizzata ed alle proteste di molti cittadini ed organizzazioni, è stato chiesto ed ottenuto il vincolo paesaggistico, su tutta la c.da Pisciotto, ed il vincolo monumentale di “Archeologia Industriale” sperando in un prossimo passo, da parte dei proprietari e delle Amministrazioni locali e non, per un programma d’interventi miranti al recupero e conservazione, anche con usi diversi, per fermare il lento crollo e ridare al territorio tutte quelle caratteristiche che lo hanno reso unico e riconoscibile.

Arch. Salvatore Di Maria

Last Minute

Offerte

----------